Factoring

Cos’è

Il factoring è uno strumento finanziario di gestione dei crediti di impresa, che in F.I.S. si concretizza con:

  • Professionalità
  • Flessibilità
  • Tempestività

 

L’utilizzo del factoring, grazie alla possibilità di smobilizzare crediti non ancora scaduti e quindi di liberare risorse per lo sviluppo dell’attività, può aiutare il cliente:

  • ad aumentare il volume d’affari dell’impresa;
  • a ridurre il fabbisogno finanziario grazie all’accorciamento del ciclo monetario (dal pagamento degli acquisti delle materie prime all’incasso delle vendite dei prodotti finiti).

 

Sotto l’aspetto giuridico è regolamentato da una serie di norme che traggono origine dalla cessione del credito ed è caratterizzato dal coinvolgimento delle seguenti parti:

  • il Cedente (creditore/fornitore del ceduto)
  • il Ceduto (debitore/cliente del cedente)
  • la società di factoring (Factor/intermediario/acquirente del credito).

 

La cessione del credito è il veicolo attraverso il quale è possibile l'erogazione dei servizi da parte del Factor: consente di accedere a soluzioni finanziarie modulabili in base alle esigenze del cliente, riguardanti la gestione, l’anticipo e l’assicurazione dei crediti, con il risultato di liberare l’azienda dalle relative incombenze, accelerare i flussi di cassa e risparmiare tempo e risorse.

 

 

 

A chi si rivolge

La connotazione gestionale (amministrazione, controllo, riscossione, assicurazione dei crediti) e finanziaria (valutazione della clientela, integrazione delle linee di credito tradizionali grazie allo smobilizzo anticipato dei crediti) del factoring lo rendono utile strumento per:

  • le imprese giovani
  • le imprese in fase di espansione o con attività fortemente stagionali
  • nei casi in cui la gestione del capitale circolante costituisca un aspetto strategico dell’attività d’impresa a prescindere dalla dimensione o dal settore merceologico.